E-mail   I   Mappa

  Home  >  Motorizzazione  > Autoscuole

 
 
  Autotrasporto persone
   
  Autotrasporto merci
   
  Nautica
   
  Patenti
   
  Revisioni Collaudi
   
  Veicoli
   
  Centri revisione veicoli
   
  Autoscuole
   
  Agenzie pratiche auto
   
  Link
   
  Utilità
   
  Bollo auto
Trentino Riscossioni S.p.a.
   
  Informativa sulla privacy
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 

Inizio attività di autoscuola

  1. Normativa:

L’art. 123 del Codice della Strada (D. Lgs. 30 aprile 1992 n. 285) disciplina i requisiti che sono necessari per lo svolgimento dell’attività di autoscuola. A tale disciplina si devono aggiungere le norme contenute negli articoli 334, 335 e 336 del regolamento di esecuzione del Codice della Strada (D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495) e nel Decreto Ministeriale n. 317 di data 17 maggio 1995.

   2. Requisiti del titolare:

Chi vuole iniziare l’attività di autoscuola deve possedere i seguenti requisiti soggettivi:
a)      
età non inferiore a 21 anni
b)     
diploma di istruzione di secondo grado
c)      
abilitazione di insegnante di teoria
d)     
abilitazione di istruttore di guida
e)      
esperienza almeno biennale, maturata negli ultimi cinque anni, nelle funzioni di insegnante di teoria o istruttore di guida.
f)       
non essere stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza e non essere stato sottoposto a misure amministrative di sicurezza personale o a misure di prevenzione
g)     
capacità finanziaria (attestazione bancaria per 25.822,84 Euro, oppure proprietà beni immobili per 51.645,69 Euro).

Nel caso di persone giuridiche, i requisiti sopra elencati, ad eccezione della capacità finanziaria che deve essere posseduta dalla persona giuridica, sono richiesti al legale rappresentante. Nel caso di società non aventi personalità giuridica i requisiti devono essere posseduti da tutti i soci amministratori.

Il titolare dell’autoscuola deve avere la proprietà e gestione diretta, personale, esclusiva e permanente dell’esercizio, nonché la gestione diretta dei beni patrimoniali dell’autoscuola.

 
   3. Requisiti per lo svolgimento dell'attività

L’autoscuola deve svolgere l’attività di formazione dei conducenti per il conseguimento di patenti di qualsiasi categoria. A tal fine deve possedere un’adeguata attrezzatura tecnica e didattica e disporre di insegnanti ed istruttori riconosciuti idonei dalla Motorizzazione. Le autoscuole possono consorziarsi e costituire un centro di istruzione automobilistica, cui demandare la formazione per il conseguimento di tutte le categorie di patenti, anche speciali, fatta eccezione per quella di  categoria B, e dei documenti di abilitazione e qualificazione professionale.

Il titolare deve presentare una segnalazione certificata di inizio attività (formato .pdf, 140KB) (corredata dagli allegati 1,2,3 e 4) e in ogni caso l’attività non può essere iniziata prima della verifica del possesso dei requisiti prescritti:

All. 1
All. 2
All. 3

All. 4

Nel caso di apertura di ulteriori sedi, per ciascuna deve essere dimostrato il possesso di tutti i requisiti prescritti ad eccezione della capacità finanziaria, e deve essere preposto un responsabile didattico, in organico quale dipendente o collaboratore familiare ovvero, nel caso di società di persone o di capitali, quale rispettivamente socio o amministratore, che sia in possesso dei requisiti sopra elencati per il titolare.

  4. Requisiti della sede:

I locali dell’autoscuola devono comprendere:
a)      
 un’aula di superficie non inferiore a mq. 25 dotata di idoneo arredamento e separata dagli uffici o altri locali di ricevimento del pubblico.
b)     
un ufficio di segreteria di superficie non inferiore a mq 10, attiguo all’aula ed ubicato nella medesima sede della stessa con ingresso autonomo.
c)      
servizi igienici.

L’altezza minima è quella prevista dal regolamento edilizio vigente nel comune in cui ha sede l’autoscuola. La destinazione d’uso dei locali deve essere compatibile con l’attività di autoscuola ed i locali devono essere conformi alla normativa vigente in materia di superamento delle barriere architettoniche.

  5. Attrezzatura didattica:

Il materiale didattico per l’insegnamento teorico è costituito da una serie di cartelli e tavole relative alla segnaletica stradale e ai componenti dei veicoli e detto materiale può essere sostituito da supporti audiovisivi o multimediali.

Per le esercitazioni di guida le autoscuole, anche attraverso l’adesione ad un consorzio, devono avere la disponibilità dei veicoli utili al conseguimento di tutte le patenti di guida secondo quanto previsto dagli articoli 6 e 7 bis del D.M. 317/95. 

Tutti i veicoli sono muniti di doppio comando almeno per la frizione e il freno, ad esclusione di quelli di categoria AM, A1, A2, A e B1.


torna su