E-mail   I   Mappa

  Home  >  Motorizzazione  >  Merci

 
 
  Autotrasporto persone
   
  Autotrasporto merci
   
  Nautica
   
  Patenti
   
  Revisioni Collaudi
   
  Veicoli
   
  Centri revisione veicoli
   
  Autoscuole
   
  Agenzie pratiche auto
   
  Link
   
  Utilità
   
  Bollo auto
Trentino Riscossioni S.p.a.
   
  Informativa sulla privacy
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 

TRASPORTO NEI PAESI 
EXTRA UNIONE EUROPEA

  Considerazioni generali
L’art. 44 della legge n. 298/74 prevede che le imprese aventi sede in Italia e che siano titolari di autorizzazioni o di licenza per il trasporto di merci possono essere ammesse ad effettuare trasporti internazionali alle condizioni e nei limiti previsti dagli accordi bilaterali o multilaterali in materia.
La convenzione internazionale più importante è senz’altro la C.E.M.T. (Conferenza Europea dei Ministri dei Trasporti) della quale fanno parte:
  1. tutti gli Stati membri dell’Unione Europea;
  2. Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Moldavia, Norvegia, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Svizzera e Turchia

    (l’elenco è suscettibile di modifiche).
   Riferimenti normativi
  • Decreto Ministeriale n. 521 del 22.11.99 (G.U. n. 9 del 13.1.00): Regolamento recante disposizioni concernenti i criteri di rilascio delle autorizzazioni internazionali al trasporto di merci su strada.
  • Decreto Dirigenziale del 07.04.2000 (G.U. n. 90 del 17.04.00). Disposizioni applicative per il rilascio delle autorizzazioni internazionali al trasporto di merci su strada.
  Tipi di autorizzazione al trasporto internazionale di merci
Per effettuare trasporti su strada di merci con Paesi non aderenti all’UE occorre che l’impresa, iscritta all’albo autotrasportatori e in possesso di abilitazione per i trasporti internazionali, richieda specifica autorizzazione.
In linea generale, esistono due tipi di autorizzazioni internazionali:
  1. le bilaterali che consentono di effettuare trasporti da e verso Paesi con i quali sono stati stipulati specifici accordi. Tali autorizzazioni si distinguono in
    • a titolo precario, che possono essere richieste, in ogni momento, all’Ufficio Provinciale della Motorizzazione competente per territorio.
    • ad assegnazione fissa, rilasciate dall’unità operativa APC 3 del Ministero dei Trasporti e della Navigazione, a seguito di trasformazione delle autorizzazioni provvisorie utilizzate dall’impresa nell’anno precedente.
  2. Le multilaterali CEMT che copre i trasporti di merci su strada effettuati fra i punti di carico e di scarico situati in due differenti Paesi aderenti alla CEMT
Criteri per il rilascio delle autorizzazioni internazionali

N.B. La casistica riportata è riferita alle operazioni più frequenti e consente all’utente di trarre informazioni di carattere generale. Per richiesta di indicazioni relative ad esigenze specifiche si prega di contattare la Motorizzazione Civile utilizzando i numeri telefonici, il fax,  l’indirizzo e-mail riportati nella pagina iniziale o l'indirizzo e-mail relativo al singolo reparto